«Chi costruisce muri ne resta prigioniero. I costruttori di ponti vanno avanti»

Sul Boeing 737 della Royal Air Maroc in quanto lo riportava a Roma, pontefice Francesco ha incontrato mezzo di abituale i giornalisti al seguito e ha dialogo per mezzo di loro durante piu in avanti mezz’ora sul discussione con i musulmani, la proclamazione riguardo a Gerusalemme, i migranti e l’Europa, il avvenimento del card. Barbarin, la permesso di diligenza per azzardo nei Paesi di consuetudine cristiana e il cenno al cattivo.

Siham Toufiki, organizzazione Map: Ci sono stati momenti tanto forti, questa colloquio e stata un evento atipico, reale in il razza marocchino. Quali le conseguenze di questa colloquio attraverso il seguente, in la serenita nel ripulito, verso la coabitazione nel conversazione fra culture?

R. – «Io diro affinche ora ci sono i fiori, i frutti verranno poi. Tuttavia i fiori sono promettenti. Sono felice, motivo con questi coppia viaggi ho potuto parlare di attuale perche mi tocca assai nel animo, assai: la quiete, l’unita, la fraternita. Insieme i fratelli musulmani e musulmane abbiamo piombato questa fiducia nel atto di Abu Dhabi e ora mediante Marocco tutti abbiamo vidimazione una arbitrio, una fraternita, un’accoglienza di tutti i fratelli insieme un ossequio tanto ingente. Codesto e un bel raccolta di convivenza giacche promette di conferire frutti. Non dobbiamo lasciare! E sincero che ci saranno adesso sforzo, tante oscurita fine purtroppo, ci sono gruppi intransigenti. Tuttavia codesto vorrei dirlo indubbiamente: mediante tutti culto c’e nondimeno un compagnia fondamentalista cosicche non vuole partire su e vive dei ricordi amari, delle lotte del passato, elemosina di oltre a la contesa e ancora semente la paura. Noi abbiamo convalida affinche e piu attraente causare la aspettativa, accadere per tocco, perennemente avanti. Abbiamo permesso, e nel discussione insieme voi qui durante Marocco, perche ci vogliono dei ponti e sentiamo dispiacere dal momento che vediamo le persone affinche preferiscono organizzare dei muri.

Nadia Hammouchi, Tv 2M: Lei ha incontrato il re del Marocco e la sua volonta di colloquio. Che atto affare contegno di compatto durante accrescere il dialogo?

R. – «Sempre, mentre c’e un discorso affettuoso, c’e un legame verso vari livelli. Permettetemi un’immagine: il chiacchierata non puo essere di manifattura, deve abitare indulgente, e nel caso che e benevolo e per mezzo di la mente, il cuore e le mani e simile si firmano dei patti. In ipotesi: il familiare invito sopra Gerusalemme e governo un cammino precedente fatto non da un’autorita del Marocco e da un’autorita del pontificio, tuttavia da fratelli credenti giacche soffrono vedendo questa ‘municipio della speranza’ in quanto adesso non e simile generale maniera tutti vogliamo: ebrei, musulmani e cristiani. Tutti vogliamo corrente. E in attuale abbiamo siglato presente bramosia: e un amore, una convocazione alla fiducia monaca giacche e simbolizzata sopra questa borgo che e tutta nostra. Tutti siamo cittadini di Gerusalemme, tutti i credenti».

Nicolas Seneze, La Croix: Ieri il sovrano del Marocco ha massima cosicche proteggera gli ebrei marocchini e i cristiani di altri Paesi che vivono con Marocco. Faccio la istanza sui musulmani in quanto si convertono al religione cristiana: e angustiato di questi uomini e donne affinche rischiano la penitenziario oppure mediante prossimo Paesi musulmani sono condannati verso morte? Un’altra richiesta sul basilare Barbarin: questa settimana il prudenza della diocesi di Lione ha votato pressappoco all’unanimita perche non solo furberia una spiegazione duratura al suo eremo. E possibile verso lei, affinche e parecchio attaccato alla sinodalita della oratorio, sentire attuale invito di una diocesi con una situazione parecchio dubbio?

R. – «Io posso dire giacche in Marocco c’e concessione di adorazione, c’e emancipazione religiosa, c’e liberta di appartenenza monaca; dopo la permesso nondimeno si sviluppa, cresce. Tu pensa a noi cristiani di 300 anni fa, qualora c’era questa emancipazione giacche abbiamo attualmente. La osservanza cresce nella contezza, nella capacita di capire qualora stessa. Un frate francese Vincenzo di Lerins, del V mondo, ha coniato un’espressione bellissima per appianare maniera si puo crescere nella vera, spiegare soddisfacentemente le cose, progredire nella principio ciononostante perennemente restando fedeli alle radici. Lui ha aforisma tre parole eppure che marcano proprio la strada: dice perche crescere nell’esplicitazione e nella diligenza della osservanza e della morale deve risiedere consolidata negli anni, allargata nel opportunita, ma e la stessa vera cosicche e sublimata per mezzo di gli anni. Almeno si capisce per ipotesi in quanto oggi noi abbiamo rimosso dal Catechismo della Chiesa cattolica la castigo di scomparsa. 300 anni fa bruciavano vivi gli eretici. Perche la Chiesa si e accresciuta nella diligenza principio. Cresce di nuovo il considerazione della individuo e della permesso di adorazione. E noi dobbiamo continuare a migliorare. Ci sono cattolici giacche non accettano quello in quanto il Vaticano II ha proverbio sulla emancipazione di adorazione, la permesso di correttezza. Ci sono cattolici affinche non accettano. Di nuovo noi abbiamo questo incognita ma ed i fratelli musulmani crescono nella scrupolosita e alcun